gen 222013
 
Numero visite :1597

Ringraziamo l’amica Swanzicatumbe per averci segnalato questa eccezionale parodia del noto tormentone “Gangnam style” di PSY.

Citiamo dal  canale YouTube dell’autore,  You have 2 be really high:

Questo ragazzo ha anche scritto il software che sovrappone la caricatura, con Linux! AVVISO: non rifare l’upload del video. Usa il codice di embed, il link, o il titolo più autore. Fermo restando che ogni uso non contemplato nella licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italiahttp://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/ richiede la mia autorizzazione. Benvenuto nella web-serie amatoriale “You have 2 be really high”! Puntata 1. Nella “città eterna”, così detta perché in essa ci vuole un’eternità a spostarsi, un informatico scrisse in 2 ore un software che coprì il suo viso con una caricatura, fu filmato col telefono, e finì sul web. In Germania, un ragazzino appassionato di astronomia profetizzò che, se nessuno si fosse iscritto al canale, il 13/4/2036 sarebbe caduto un asteroide sulla Terra :-) (Sfrutto la credulità) Sigla: “A cavallo stai”, parodia di “Gangnam style” di PSY improvvisata per lanciare il prototipo usando la sua fama. Scrivimi per commenti, magari non riguardo alla parodia. No copyright infringement intended. File MIDI creato con il programma “Aria Maestosa”

VERSIONE PER CELLULARI: http://vimeo.com/57415016

Buona visione e buon divertimento!!!

Ilari :-)

pixelstats trackingpixel

Commenta il post :-)

commenta con Facebook oppure, sotto la descrizione Autore Post, con il modulo Wordpress

Ilari

Comunque perchè Ilari. So' fjia de mamma de NYC (New York) e papi è Trasteverino de sette generazioni ... alloggiamo nell'antica Piazza Parione, mo' Piazza de Pasquino ... ve dice gnente 'sto nome??? Mi madre quando nacqui me volle chiamà Hilary come mi' zia (nun è la madre de Nenet che è friulana) ma a mi' padre l'idea che quanno me doveva da chiamà c'era sta H che je faceva partì 'no spuitacchio ogni vorta nun j'annava ggiù! Poi 'n giorno mentre leggeva 'n libbro de poesie der Carducci je capitò sott'acchio 'n verso de "Il canto dell'amore" e precisamente: "Da le vie, da le piazze gloriose, Ove, come del maggio ilare a i dì Boschi di querce e cespiti di rose, La libera de' padri arte fiorì;" e fu comme illuminato!!! c'era scritto ILARE, sicuramente ar maschile, che ar femminile diventava ILARI!!!! Tutto contento, così me poteva chiamà senza sputacchi!!! Andò all'Anagrafe e me registrò. Poi 'n seguito qualcuno je spiegò er significato de quell'ILARE che in realtà era 'n aggettivo e no un mome, ma lui rispose "si si ma co sta fjia che ride sempre c'ho preso uguale!!". Sò una tipa 'n pò stravagante e me piace mascheramme, anche se non è Carnevale ... vestitimme come li Musici der Settecento ma vado a giornate ... c' esco pure così tanto ormai qui nessuno ce fà più caso ...

 Leave a Reply

(required)

(required)


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>